Italian Comics Logo
Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - lunedì 18 dicembre 2017
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Fantapolitica “prossima s’ventura”: ovvero, Trionfo e Decadenza dell’Impero Renziano…

Pubblicato martedì 19 aprile 2016 alle 18:08:48 - By Romano Garofalo

Trionfo e Decadenza dell' Impero renziano...

 

Vignetta di Cecigian

 

C’era una volta, in uno strano paese di democrazia avanzata dove, mirabile a dirsi, si poteva governare senza essere stati eletti dal popolo, un tal Matteo, Marchese del Grillo.


Era costui, un bello spirito toscano, alquanto tosto e sicuro di se, e quando gli scattava pel capo ”il classico fumino” (quasi sempre…) non ammetteva contraddittorio alcuno.


Ebbene capitò che il nostro Marchese, così narrano i biografi, dopo una innegabile vittoria ad un referendum popolare, a tal punto si inorgoglì, da gonfiarsi oltre misura...


Non ritenne, dall’alto del suo trionfo, di concedere “ l’onore delle armi” ai suoi tanti avversari politici sconfitti, in particolare a quel tal Governatore della Puglia, Michele Emiliano.


E così il nostro baldo condottiero continuò ad avanzare, come uno schiacciasassi, spianando letteralmente gli avversari, senza neppure voltarsi indietro e degnare di uno sguardo i tanti nemici sconfitti.


Contemporaneamente, però, si gonfiava sempre di più, e un brutto giorno, pur preceduto da diversi funesti presagi che non tenne in considerazione alcuna, crebbe oltre ogni misura, diventando enorme, una grande aerea palla che, improvvisamente scoppiò, facendo gran botto…


Immediatamente scene di giubilo e festa grande degli antichi nemici, ma a anche degli amici che, con grande tempismo, si affrettarono a disconoscerlo. RENZI, CHI ?!...


Moralino in rima baciata.


Tanto va Matteo al galoppo
travolgendo ogni intoppo


Ma un bel dì…si fa per dire
superò ogni suo ardire…


Ed improvviso si udì un bel botto
con Matteo tutto rotto…


Molti nemici vuol molto onore
disse il Duce bell’umore…


Ma poi a lui andò assai peggio,
e non perse solo un seggio...

 

Così si consolava Matteo del Grillo, accanto al caminetto, nelle fredde sere d’inverno, un caldo plaid sulle ginocchia, mentre Maria Elena Boschi gli raccontava la favoletta di quando entrambi erano sul “trono“ del Bel Paese…

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!