Italian Comics Logo
Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - venerdì 26 maggio 2017
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Pentastellati: c’è una supposta nel vostro futuro?...

Pubblicato martedì 03 giugno 2014 alle 22:01:27 - By Romano Garofalo
 
 
satira politica grillo
Vignetta di Mario Airaghi
 
La storia ci insegna che i populismi non nascono mai per caso. Sono sempre il frutto di un profondo disagio che pervade vasti strati della società. Il risultato è quasi sempre, purtroppo, l’arrivo di un uomo solo, uno pseudo- salvatore della patria che la sa raccontare al popolo meglio degli altri.
 
E l’ha raccontata, nel corso dei secoli, utilizzando i mezzi di informazione che la tecnologia gli consentiva. Ora è arrivata la rete e le cose sono un po’ cambiate, ed è arrivato Beppe Grillo e il suo guru Gianroberto Casaleggio che questa rete l’hanno quasi mitizzata: tutto, secondo loro, deve passare attraverso l’approvazione della rete.
 
Io ho sempre creduto poco alla saggezza dei popoli, figuriamoci a quella del popolo degli internauti. Intendiamoci, non penso siano degli assoluti sprovveduti: nel bene e nel male i Pentastellati sono un  piccolo microcosmo che rappresenta abbastanza bene la totalità della società, ma mi preoccupa pensare  che debbano decidere le importanti scelte che possono cambiare la vita di tutti noi: dentro o fuori l’Europa, l’euro no, l’euro si, immigrati si o no ecc.
 
La mediazione costituita dalla “rappresentanza politica” che doveva governare in nome e per conto del popolo sovrano, ha miseramente fallito, travolta dal malaffare, scandali, e ruberie varie, ma che all’economista della Bocconi si debba sostituire il bottegaio all’angolo di casa, iscritto a Cinquestelle, per decidere il futuro economico della nazione, mi inquieta non poco, come mi crea una certa ansia questo continuo ricorso alle valutazione della rete.
 
Prendiamo, ad esempio, la recente polemica di Beppe Grillo sui presunti brogli elettorali che li avrebbe enormemente sfavoriti. Tale è stata la distanza abissale che ha contraddistinto i due schieramenti contrapposti che la cosa ci ha abbastanza sorpreso. Tuttavia, per l’obiettività di cui Italian Comics ha fatto bandiera, abbiamo fatto alcune indagini presso gli iscritti del movimento:
 
satira politica movimento cinque stelle
 
- Un tale, attivista della prima ora, ci ha riferito di avere prove inoppugnabili che, in una circoscrizione romana, le schede elettorali favorevoli ai Cinquestelle sono state artefatte con frasi del tipo: “Forza Roma, forza Lupi, con i Cinquestelle son finiti i tempi cupi”. Al di là delle intenzioni dell’entusiasta estensore grillino, le schede sono state annullate. Ingiustamente, secondo lui.
 
- In Emilia – Romagna, invece, terra tradizionalmente “rossa” ed abitata da notori puttanieri, alcuni anonimi grafomani di sinistra avevano, nottetempo, in molte circoscrizioni elettorali, manomesso le schede aggiungendo come capolista un tal Giuseppe La Gnocca. Molti elettori hanno equivocato e votato in massa per “la gnocca”. A nulla sono valse le proteste dei Cinquestelle che affermavano che, in questo modo, era stato alterato il responso elettorale perché la gnocca, secondo loro, non è né di destra né di sinistra, e non deve essere utilizzata come “voto di scambio”.
 
- Infine, nei nuovi feudi di Silvio Berlusconi, i centri per anziani di tutt’Italia, sono stati affissi dei manifesti con l’immagine del guru Casaleggio e la scritta: ”Vi fidereste che uno così vi possa regalare le dentiere?”. Spaventati, gli anziani hanno diviso il loro voto tra l’ex-cavaliere e Matteo Renzi che, per recuperare terreno su Forza Italia, oltre alla dentiera ha promesso Viagra per tutti. E poiché non si vive di solo pane, la promessa ha avuto un certo successo. Vane le proteste dei Cinquestelle.
 
In ogni caso, a giudicare da certi sondaggi, i Grillini non sembrano aver preso bene la sconfitta e stanno ipotizzando  “pesanti  proposte” per i loro dirigenti che appaiono in grande difficoltà…alcuni cominciano pensare che il continuo ricorso alla rete possa essere…fisicamente alquanto impegnativo.
 
 
 

 

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!