Italian Comics Logo
Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - sabato 18 novembre 2017
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Anno 1977 - Romano Garofalo denuncia la condizione femminile...

Pubblicato giovedì 15 maggio 2014 alle 21:06:24 - By Maria Della Miranda

 

Il Femminismo non è ancora  arrivato a casa  del “Sultano” di casa nostra…

 

Frammento tratto da: Jonny Logan “Il Sultano”, N°54 gennaio 1977.

 

 

 

 

Testo e sceneggiatura: Romano Garofalo   Disegno: Leone Cimpellin

 

Siamo agli inizi degli anni settanta. Sull’onda del sessantotto nasce un movimento femminista estremamente combattivo nei confronti del quale “fanno barriera” le forze più conservatrici.

 

Se da una parte le femministe assumono toni assolutamente estremistici, dall’altra, personaggi come Indro Montanelli, le invitano pubblicamente “a stare a casa e a fare la calza”.

 

Jonny Logan si limita a registrare gli avvenimenti nella consapevolezza che ogni estremismo  può anche lasciare qualcosa di buono: in questo caso, eliminati gli argomenti più propriamente polemici e di parte, le donne, dopo “ il femminismo “, sono uscite da un “ghetto secolare”, hanno acquisito nuovi diritti e fatto notevoli passi nella parità dei sessi in ogni campo della società: un po’ meno all’interno delle mura domestiche dove, ad esempio, le donne rimangono, a tutt’oggi, “le operaie senza paga”.

Maria Della Miranda

I vostri commenti...

Non ci sono ancora commenti per questo articolo...

Lascia un commento





Trascina per confermare!