Italian Comics Logo
Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - lunedì 21 agosto 2017
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Un caso umano, ovvero la vibrante protesta di un grillino pentito…

Pubblicato martedì 20 dicembre 2016 alle 07:19:13 - By Ignazio Piscitelli

Un caso umano:  protesta di un grillino pentito…

Vignetta di Ignazio Piscitelli

 

L’uomo, un ragioniere disoccupato di Cologno Monzese, in provincia di Milano, prima ha organizzato un metaforico funerale alla “presunta diversità” dei Pentastellati,


poi si è recato di fronte all’abitazione genovese di Beppe Grillo per urlare la sua straziante invocazione che induce alla umana pietas anche il cuore più duro: ”Beppe, rendimi le mie illusioni”.


Non sappiamo se il Beppe nazionale gli abbia risposto, ma i meglio informati giurano di aver intravisto, seminascosto, all’angolo della casa, un tipo ghignante che ripeteva ”pirla, pirla ,pirla”


Sarà vero, oppure una fantasia immaginaria collegata alla singolarità della situazione? Non lo possiamo dire… forse non lo sa neppure il ragioniere di Cologno Monzese anche se, probabilmente, una sua idea ce l’ha…

 

 

 

I vostri commenti...

Postato da einrix :: martedì, 20 dicembre 2016 - 10:44:49

Anche la democrazia ha i suoi giullari di corte. Quando questi, per una sua debolezza, prendono il potere, è il segno della fine o di un nuovo principio. E se di nuovo principio si vuole che si tratti, si mettano i giullari al loro posto.

Rispondi al commento >

Lascia un commento





Trascina per confermare!