Italian Comics Logo
Quotidiano Multimediale Interattivo di Satira politica e di costume. Registrazione Tribunale di Rimini N.4 del 20 maggio 2014. Direttore responsabile: Romano Garofalo - martedì 30 maggio 2017
Sommario
Animation Cartoon Collage

News

DONNE DU DU DU di Pietro Vanessi & Lucilla Masini

Sabato 26 novembre • ore 19, Pietro Vanessi & Lucilla Masini presentano: "Donne...

22 nov 2016 Leggi tutto >

Satirichinson

  E' uscito il libro SATIRICHINSON di Mario Airaghi con la saga dei personaggi dalle...

14 nov 2016 Leggi tutto >

L'Italia in satira, dagli anni '70 ai giorni nostri - Roma - Luglio 2016

Per tutto il mese di Luglio si terrà presso la Biblioteca Marconi di...

23 giu 2016 Leggi tutto >

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.

Concorso internazionale di satira disegnata a partecipazione gratuita.  BANDO DI CONCORSO...

04 mag 2016 Leggi tutto >
Bem Calavera - Grafico, illustratore, web designer

Cronache dal palazzo

Articoli


Un pericoloso sovversivo sembra si aggiri per i banchi di Palazzo Madama: l’onestà.

Pubblicato martedì 24 giugno 2014 alle 21:40:22

 

Vignetta di Roberto Mangosi

 

Fedele all’antico e collaudato motto: ”Se lo incontri, lo eviti…”, ogni senatore adotta suoi specifici, particolari accorgimenti per non incorrere nel fastidioso tarlo che si può subdolamente insediare nella coscienza di ciascuno di noi.
 
C’è chi si nasconde dietro lo scranno della presidenza, più alto degli altri e, da quella postazione, spera di non essere individuato dal pericolo pubblico numero uno di molti politici e, se scoperto, si da’ a precipitosa fuga dribblando più di un onesto proposito per non incorrere in un improvviso attacco di onestà che non gli avrebbe portato alcun vantaggio sul piano   economico.
 
C’è chi, minacciato nelle sue tasche, rigonfie di denaro ingiustamente guadagnato, da un virus dispettoso che non sembra rispettare neppure il più ladro dei politici, se lo incontra fa finta di non conoscerlo, lo guarda di sottecchi, pronto ad inventare le scuse più fantasiose al fine di evitare di essere colpito da “improvvisa onestà” e restituire il maltolto.
 
C’è chi, infine, combattivo e battagliero sfida il virus e si presenta in TV per affermare, urbi et orbi, che lui non lo teme avendo fatto professione di onestà tutta la vita, e se si ritrova qualche milione di euro sul suo conto, di dubbia provenienza, questo lo si deve a qualche suo nemico politico, ed è cronaca di questi giorni, che lo ha voluto screditare scagliandogli addosso il pericoloso virus al fine di redimerlo ed indurlo a fare un umiliante atto di costrizione  e pubblico pentimento.
 
L’unico a non avere siffatti problemi è proprio lui, l’italiano medio, che non teme che l’insidioso virus dell’onestà possa portargli via gli ormai “rimpianti” risparmi, ottenuti con anni di onesto e duro lavoro.(r.g.)
 
Vignetta di PV - Pietro Vanessi
 

0 commenti

Cari ecologisti umanitari, impariamo da Renzi

Pubblicato sabato 14 giugno 2014 alle 19:51:17

Vignetta di Fabio Magnasciutti Non va bene che il più grande e potente movimento degli ultimi 30 anni sia invisibile! Nessun partito rappresenta quelli come me. Non abbiamo neppure un nome che ci definisce perché avevamo altro da fare che trovarci un nome. Nel titolo di questo articolo ho provato a inventarne uno: ecologisti umanitari. Siamo quelli che...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Lo scandalo Mose è la rappresentazione dell'Italia di oggi

Pubblicato martedì 10 giugno 2014 alle 16:36:26

MOSE:chi divide le acque e chi divide...le tangenti Vignetta di Giulio Laurenzi Due giugno, Festa della Repubblica. Il Presidente Napolitano ha fatto, tutto festante, un bagno di folla traendone i più beneauguranti auspici (bisognerebbe stare attenti ai bagni di folla, visto i precedenti). Il premier Renzi si è fermato ad accarezzare i bambini (bisognerebbe stare...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Se fosse sul mercato comprerei la Merkel

Pubblicato giovedì 29 maggio 2014 alle 21:07:54

Vignetta di Roberto Mangosi In quale Paese si permetterebbe a un galeotto di metterne a rischio le relazioni internazionali con dichiarazioni sciagurate? In quale Paese si permetterebbe a un galeotto di tenere, a piede libero, comizi politici, televisivi e non, e anche, con grande arroganza, di lamentarsene? In quale Paese si permetterebbe a un galeotto di incontrare il presidente del...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Genny 'a Carogna? Io lo farei Capo della polizia

Pubblicato domenica 18 maggio 2014 alle 21:24:28

Fouché, ministro degli Interni di Luigi XIV, liberò un famoso bandito, Vidocq, che per molto tempo era stato il più pericoloso di Francia e che dopo vari anni di galera sembrava essersi ravveduto. E lo nominò a capo della polizia. Con ottimi risultati perché il bandito conosceva bene i suoi polli. Farei la stessa cosa con 'Genny 'a carogna'...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Il complotto contro Silvio Berlusconi, e l’astuto Brunetta…

Pubblicato giovedì 15 maggio 2014 alle 14:45:25

L’ex ministro del tesoro americano, Tim Geithner, in un suo recente libro di memorie, ha affermato che ci sarebbe stato un complotto europeo, ad alto livello, per defenestrare Silvio Berlusconi e cacciarlo da Palazzo Chigi. Vignetta di Ignazio Piscitelli - Ignant Immediatamente l’astuto Brunetta ha proposto una commissione d’inchiesta per far luce...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Claudio Scajola: un arresto “a sua insaputa”…

Pubblicato giovedì 08 maggio 2014 alle 16:21:17

Vignetta di Andrea Bersani L’ex ministro Claudio Scajola, è stato arrestato dalla Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria con l’accusa di aver favorito la latitanza di Amedeo Matacesa, noto imprenditore reggino, ex-parlamentare del PDL, condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa. Siamo in grado di documentarvi il...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Chi di “sereno” ferisce, di “sereno” perisce…

Pubblicato mercoledì 16 aprile 2014 alle 20:59:54

Vignetta di Mario Airaghi Matteo Renzi ha sdoganato alla politica una parola, o meglio, una breve frase: “stai sereno”, utilizzata per la prima volta al fine di assicurare sulla stabilità del suo governo, l’ex presidente del Consiglio, Enrico Letta. Da come sono andate le cose, non c’era poi tanto da “star sereno” da parte di Letta. Ed...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

L’incontro Napolitano – Berlusconi: tutta la verità…

Pubblicato venerdì 04 aprile 2014 alle 11:17:51

Vignetta di Roberto Mangosi - Secondo Renato Brunetta, Berlusconi e Napolitano, durante il loro recente incontro, hanno trattato i temi di politica estera e, in particolare, di Putin e della Crimea. - Secondo Mariastella Gelmini, i due uomini politici hanno esaminato nel dettaglio il programma di governo del Premier Matteo Renzi a cui è stato assicurato il sostegno di Forza...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti

Gli europeisti, gli antieuropeisti, e i falsi europeisti…

Pubblicato lunedì 31 marzo 2014 alle 19:37:03

Vignetta di Marco Vuchich Lo confesso: a me sarebbe piaciuto girare l’Europa e definirmi, a pieno titolo, non italiano ma “europeo”. Non per scarso attaccamento al paese che mi ha dato i natali, ma perché definirsi europeo avrebbe significato rifiutare ogni tipo di provincialismo, riconoscere nell’altro qualcuno, se vogliamo diverso per origine e cultura,...


Leggi tutto e guarda la striscia ->
0 commenti
Pagina   0   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13